In una società veloce, dove tutto è immediatamente disponibile, mi viene spesso chiesto perché decido di impiegare molto tempo a dipingere gli abiti che creo, quando esistono molti metodi più rapidi per personalizzare, che vedono l’utilizzo delle macchine.

Innanzi tutto si tratta di uno scambio che mi piace ci sia tra me e chi indosserà i miei abiti. Dipingendo le mie Creations, una parte di me viene impressa nell’abito stesso, indelebilmente. Cerco di esprimere me stessa attraverso le pennellate che lascio sul tessuto, lasciando che arrivino al cliente in maniera diretta.

Inoltre dipingere gli abiti che realizzo rappresenta per me una sorta di mantra meditativo, e spesso i colori vengono scelti in divenire, così come per il disegno.

Parto infatti da un progetto abbastanza definito, che però viene modificato più o meno a seconda dell’effetto che vorrei ottenere.

Infine importante è la componente dell’impatto ecologico. Utilizzando macchinari otterrei esattamente il disegno progettato, senza rischio di differenze e imprecisioni (anche se per me sono il bello dell’abito, il certificato della sua unicità e artigianalità). Però a quale costo? un risparmio di tempo in cambio di uno spreco di energia non indifferente.

Per tutto questo amo creare veramente a mano i miei abiti.

#